Il gruppo Stella Alpina chiede al Governo di trovare soluzioni per le famiglie in estate

29 Aprile 2020News regionali

Il gruppo consiliare di Stella Alpina con i Consiglieri Marquis, Marzi, Trione e il Consigliere Barocco (GM) hanno partecipato insieme al Gruppo M5S all’invio di una lettera indirizzata al Presidente Testolin, all’Assessora Certan e all’Assessore Baccega.

Nella lettera si sollecita, tra le attività di programmazione della FASE 2 e in considerazione del fatto che molti genitori torneranno gradualmente a lavorare,  la messa in campo di iniziative, in particolar modo per l’estate, che possano sostenere le famiglie, sostituendo i “centri estivi” ipotizzando tempi, modi e spazi differenti rispetto al passato, immaginando che si svolgano in tutta sicurezza, con una maggior presenza di personale per poter lavorare in piccoli gruppi, anche in spazi messi a disposizione dagli enti locali, dalle parrocchie, o altre organizzazioni del mondo del Terzo Settore che garantiscano occasione di socializzazione e svago per i nostri minori.

In linea e in parallelo con quanto espresso dal proprio Gruppo Consiliare, la Segreteria Regionale del Movimento Stella Alpina ha istituito una commissione  interna, composta da amministratrici/ori, educatrici/ori, pedagogiste e insegnanti che abbia come principale obiettivo quello di promuovere e proporre una serie di soluzioni che sappiano proporre analisi e soluzioni coordinate tra le necessità e la promozione della Famiglia intesa come attore principale anche in un mondo, quello della Scuola, che più di altri ha da subito dovuto cambiare radicalmente le proprie dinamiche e specificità.

Sia i Consiglieri, che il Movimento sollecitano l’istituzione di forme di collaborazione con il Terzo Settore e le istituzioni scolastiche quali organismi che potrebbero portare un importante e fattivo contributo grazie alla loro grande esperienza, in una logica di confronto e collaborazione tra politica e società. Particolare menzione merita anche la collaborazione con il Coni, le federazioni, le associazioni e gli enti di promozione sportivi per la loro particolare presenza nel tessuto valdostano che infatti risulta essere la regione più sportiva d’Italia.

Pin It on Pinterest

Share This