Consiglio regionale – Interpellanza sulla sistemazione delle strade regionali

2 Maggio 2022News regionali

Nella seduta consiliare del 27 aprile 2022, è stato affrontato il tema della sistemazione delle strade regionali con un’interpellanza presentata dal gruppo Forza Italia.

L’Assessore alle opere pubbliche, Carlo Marzi, nel rappresentare la grave carenza di personale (con 8 capo cantonieri nel 2019, entro la fine 2022 saranno tre, attualmente sono 5), ha specificato l’impegno dell’Amministrazione regionale per garantire il transito in sicurezza sui 500 chilometri di strade regionali, 327 ponti – di cui 192 ispezionati nel 2021 e i restanti nel 2022 – oltre una cinquantina di gallerie che compongono la rete viaria regionale.

L’Assessore Marzi ha rimarcato che per il triennio 2022-2024, è stato destinato alla sicurezza stradale e alla manutenzione delle infrastrutture regionali il significativo investimento di 31,6 milioni di euro, a cui si sommano 8,3 milioni di euro assegnati dallo Stato nel periodo 2021-2026 per gli interventi dedicati all’accessibilità alle aree interne nei territori dei comuni delle Unités des communes Évançon, Mont Rose, Walser e Grand-Paradis che saranno utilizzati per migliorare la pavimentazione e la sicurezza di strade regionali, gallerie e viadotti.

Riguardo all’importo complessivo di circa euro 3,2 milioni di euro stanziato in bilancio per il 2022, l’Assessore ha specificato che sarà possibile intervenire nell’asfaltatura di circa 20 km di strade regionali, una quantità sostanzialmente in linea rispetto alla media dell’ultimo triennio. L’avvio degli interventi è previsto dal prossimo mese di maggio, tenendo conto che le tempistiche sono condizionate dalle difficoltà di reperimento delle forniture provenienti a causa dei forti incrementi delle materie prime e dei costi energetici, e dai tempi di riapertura degli impianti di produzione del conglomerato bituminoso.

L’Assessore ha quindi ricordato che per dare maggiore possibilità di respiro alle imprese, l’Amministrazione ha previsto di intervenire con la delibera n. 381 di aprile 2022 per adeguare i prezzi delle pavimentazioni stradali, oltre ai progetti già approvati ma non ancora appaltati, dando la possibilità di verificare la stima dei lavori per consentirne la loro riapprovazione attraverso l’istituzione di un fondo dedicato che possa sostenere l’eventuale aumento dei costi delle opere programmate.

 

 

Pin It on Pinterest

Share This